L'ideologia del gender o il crimine organizzato

2 Gennaio 2020
Fonte: fsspx.news

Un grande scandalo in una clinica a Londra (Gran Bretagna) ha messo in luce uno degli aspetti più criminali dell'ideologia del gender : ai giovani adolescenti sono stati prescritti degli inibitori degli ormoni per bloccare il loro normale sviluppo e cambiare la loro identità di genere.

 

 

Come osserva Georges Orwell in 1984, tutta l'ideologia ha la sua "neolingua": così, per stabilire la dittatura di genere, un termine è apparso in medicina, "disforia di genere", per descrivere il comportamento del disagio o addirittura angoscia di un paziente che soffrirebbe di essere considerato un uomo o una donna.

A Londra, i "pazienti" - a volte molto giovani - sono curati nel Gender Identity Development Service (GIDS) presso la clinica Tavistock & Portman. È lì - secondo il canale di notizie Sky News trasmesso dai principali media britannici, il 12 dicembre 2019 - che è appena scoppiato un grande scandalo: dal 2016 trentacinque psicologi hanno lasciato l'istituzione dopo avere osservato gravi approssimazioni nella diagnosi dei pazienti.

In 10 anni, il numero di adolescenti a cui è stata prescritta la terapia ormonale con il falso pretesto della "disforia di genere" sarebbe passato da 77 a 2.590, quasi 34 volte di più ...

Gli psicologi dimissionari hanno confidato le loro paure alla stampa: "I giovani sono stati sottoposti ad eccessive diagnosi e trattamenti medici", afferma uno di loro, mentre un altro aggiunge di essere "estremamente preoccupato per le conseguenze su questi giovani ( ...). Ripensando al passato, ci sono adolescenti ai quali non avrebbero mai dovuto essere prescritti tali farmaci".

Lo scopo degli inibitori ormonali impropriamente prescritti è quello di bloccare la naturale evoluzione del bambino durante la pubertà, al fine di dargli il tempo di scegliere la sua futura "identità sessuale", che la terapia ormonale consentirebbe di fabbricare di sana pianta.

Se l'equilibrio psicologico non è in alcun modo dipendente da un trattamento così pesante, la probabilità di sviluppare un cancro e rimanere sterili, invece, è ben reale.

The Telegraph riproduce una testimonianza illuminante, quella di Thomassin, un'adolescente toccata come milioni di altre dalla "infelicità" della sua età, ma che ebbe la sfortuna di essere affidata agli apprendisti stregoni dei GIDS: "Mi sentivo che non riuscivo a trovare il mio posto nella vita; da lì, sono stata gradualmente guidata alla possibilità di cambiare sesso".

Thomassin ha saputo dire di no, rifiutare ogni trattamento e rimanere sé stessa. Sfortunatamente, non tutti hanno avuto questo risveglio di buon senso.

L'ideologia del gender rivela così le orribili caratteristiche del suo vero volto: quelle del vizio, del crimine e dell'esca del guadagno.